George Michael sta male…ma se la cerca.

9 dicembre 2009

Michael ha da poco pubblicato il suo nuovo singolo "December song"

Niente da fare, George Michael proprio non ne vuole sapere di uscire dal tunnel della droga. E’ ormai da diverso tempo che il cantante ha pubblicamente ammesso di fare uso di sostanze stupefacenti. Nel 2006 George si addormentò in macchina e fu trovato, indovinate un po’, dalla polizia; la cosa peggiore è che fosse in possesso di cannabis.

Nel 2007 gli venne ritirata la patente per lo stesso motivo ma non sono state queste le uniche occasioni in cui la star è stata sorpresa alla guida sotto l’effetto di droghe.

I suoi amici si sono stretti intorno a lui e, preoccupati, hanno deciso di chiedere aiuto ad Elton John confidando nella sua esperienza passata con la droga dalla quale è uscito 19 anni fa, vittoriosamente. Dichiara David Furnish, compagno di Elton John: “Gli amici di George ci chiamano in continuazione chiedendoci di fare qualcosa per aiutarlo ad uscire da questa situazione, ma per essere aiutato deve essere lui il primo ad aiutarsi!”.

Inoltre sembra che Michael non abbia alcuna intenzione di curarsi!

Ma insomma Michael, sei il tipico esempio della persona che ha tutto ma non gli basta? A cosa serve la droga? Io avrei molti commenti che vi risparmio.

Annunci

Ecco il profumo estratto dal DNA dei capelli di Michael Jackson.

2 dicembre 2009

L’azienda produttrice di profumi ‘My DNA fragrance’ ha lanciato sul mercato una nuova essenza basata su campioni di DNA prelevati dalla chioma di Michael Jackson.

Da oggi chiunque abbia voglia di uscire di casa e lasciare dietro di sé una buona scia di profumo stile ‘Re del pop’, può farlo. Non offendetevi però se nessuno vi domanderà come fate a “profumare di Michael”.

Strana storia…a me risultava che il cantante al momento della morte fosse calvo e che nei mesi precedenti indossasse una parrucca. In tal caso non disperate, profumereste comunque di “parrucca di Michael” e non è poco!

Come non detto, l’arcano è presto svelato: la compagnia americana ha comprato e pagato anche abbastanza “profumatamente” un capello del cantante da John Reznikoff, a cui appartiene la più grande collezione esistente al mondo di ciocche storiche.

M’ è il nome della fragranza e sta già andando molto bene sul mercato.“E’ un prodotto potente, penetrante e privo di alcool”, ha raccontato Carlton Enoch, presidente dell’azienda, la quale aveva già prodotto fragranze ricavate dai capelli di Marilyn Monroe, Elvis Presley, Napoleone Bonaparte, Enrico IV re d’Inghilterra, Richard Nixon e perfino Albert Einstein!

Il nome della linea è “Antiquity”, è commercializzata in flaconi di alluminio, disponibili al prezzo di 59 dollari e 99 sul sito MyDNAFragrance.com. Se profumare del DNA di qualcun altro non vi interessa potete comunque ordinare un profumo su misura, estratto dal vostro DNA! Probabilmente vi chiederanno di spedirgli un capello!